Archivio

Posts Tagged ‘c’è della spam nella mia zuppa’

Stupid, Pointless, Annoying Misconception

No-spam

Avete un indirizzo di posta elettronica da più di dieci giorni? Allora avete almeno una vaga idea di cosa sia la/lo spam. Come spesso accade per le parole straniere, non è ben chiaro se in italiano si debba considerare il termine maschile o femminile; io preferisco usare il maschile, e presto capirete il perché.

Per semplificare un concetto che diventa sempre più vasto, lo spam è quella pletora di messaggi indesiderati, perlopiù con intenti commerciali e pubblicitari, che vi possono infastidire nella casella e-mail, sui siti che visitate, e persino sui social network. Esistono alcune classificazioni informali, in base al motivo che sta alla base della comunicazione indesiderata; ad esempio, molti di questi messaggi nascondono anche un tentativo di scam, cioè una truffa – e si noti che il termine “scam” non è affatto legato al termine “spam”. In altri casi, la truffa prende il nome di phishing, che è il tentativo di prendere all’amo un pesce, cioè un fish, poi storpiato in phish per aggirare le ricerche automatiche che venivano effettuate ai tempi pionieristici di ARPANet.

Non sempre però lo spam ha natura fraudolenta o commerciale. Da tempo ormai si indica come spam qualunque messaggio non richiesto e indesiderato, compresi i post sui social network che inquinano un newsfeed facendoci perdere traccia di quei contenuti ai quali invece siamo interessati. In questo senso, lo spam può essere considerata simile al rumore di un canale di comunicazione, cioè tutta quella parte di segnale indistinguibile dal messaggio che si vuole trasmettere e che copre il messaggio stesso, rendendone difficile la corretta ricezione.

Per racchiudere tutti questi significati si è scelta appunto la parola “spam”. Ma cosa significa “spam”? Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: