Archive

Archive for novembre 2012

Il valore del patto col diavolo: la catarsi

29 novembre, 2012 1 commento

Parlando con un amico del mio precedente post sul patto col diavolo, mi è stata posta una domanda apparentemente semplice: tu ci credi?

Beh, in senso stretto no. Non credo che esista una formula magica per convocare al proprio cospetto il signore degli inferi, e non credo che nessuno abbia mai firmato un vero e proprio contratto di dannazione eterna.

Giulio Andreotti

Tranne forse Andreotti. In quel caso però la dannazione ce la prendiamo noi italiani.

Dopo questo momento di ilarità, torniamo a parlare del patto col diavolo. Perché la domanda sembrava semplice, ma non lo è veramente se si va oltre l’aspetto iconografico.

Mi spiego meglio. Un accordo faustiano consiste nello scendere a patti con un’entità soprannaturale, il “diavolo”, offrendole qualcosa in cambio di un certo beneficio; in pratica, un’offerta sacrificale. Il connotato negativo deriva da due aspetti: uno attinente alla sfera sacra e spirituale, cioè il sacrilegio, l’altro legato ad un’etica più prettamente umana, cioè quella che chiamerò la scorciatoia. Leggi tutto…

L’esperimento delle cinque scimmie, o come creare una società pavloviana e poi superarla

14 novembre, 2012 3 commenti

Oggi voglio parlare di un famoso esperimento mentale. Immaginiamo di rinchiudere cinque scimmie in una stanza, con una scala in cima alla quale sono ben visibili delle banane. Appena una scimmia si accorge delle banane, essa sale la scala per prendere una banana. Ma appena inizia a salire, la stanza viene innaffiata da spruzzi di acqua gelata. Ogni volta che una scimmia sale i primi gradini della scala, l’acqua fredda la fa desistere. Non ci vuole molto prima che le scimmie associno l’acqua fredda all’azione di salire la scala, e quando lo capiscono smettono di cercare di prendere le banane.

Fin qui niente di particolare: si tratta di un procedimento di educazione attraverso la punizione, che vieta una certa azione associandola pavlovianamente ad un dolore fisico o psicologico. L’individuo così educato dovrà avere una forte motivazione per violare il divieto, altrimenti giudicherà che non valga la pena sopportare la punizione. Ma l’esperimento delle scimmie diventa interessante quando si interviene sulla popolazione di scimmie.

Le cinque scimmie e l'acqua fredda
Foto tratta da Invito alla natura

Abbiamo cinque scimmie che sanno che salendo la scala saranno bagnate da acqua gelata, e che per questo non salgono la scala nonostante in cima ci siano ancora le banane. Supponiamo a questo punto di togliere una delle scimmie, e di metterne nella stanza una che non sa niente di quanto successo finora. Da questo momento, inoltre, gli spruzzi d’acqua non verranno più attivati. La nuova scimmia, che non è stata condizionata pavlovianamente, vede le banane e sale le scale per prenderne una. Le altre quattro, però, sanno che, se quella sale le scale, saranno punite tutte quante – e quindi, ciò che è importante, anche loro che non salgono. Allora intervengono: aggrediscono la nuova arrivata per impedirle di salire. La nuova scimmia ci proverà ancora una volta o due, ma alla fine smetterà di cercare di salire. Leggi tutto…

OpenStreetMap Italia è su Facebook

Alcuni volontari di OpenStreetMap hanno deciso di portare su Facebook i pregi della mappa collaborativa più grande del mondo! Sulla pagina dedicata potrete trovare immagini, informazioni ed eventi, relativi all’Italia e ai suoi mappatori ma non solo. Se siete iscritti a Facebook, non dimenticate di mettere “Mi piace” alla pagina!

Per inciso, se siete iscritti a Facebook non dimenticate di mettere “Mi piace” anche alla pagina ufficiale di questo blog 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: