Home > Geografia, Internet e tecnologia, Storia > Una ricostruzione del naufragio della Costa Concordia

Una ricostruzione del naufragio della Costa Concordia

Abbiamo ancora tutti negli occhi le immagini del naufragio della Costa Concordia. Riproposta centinaia di volte dai telegiornali e dai fotografi (quella a fianco, da Flickr, è di Roberto Vongher), l’imponente nave da crociera giace ora su un fianco, appoggiata in maniera non troppo stabile, da quanto sentiamo nelle ultime ore, sul fondale roccioso dell’Isola del Giglio.

DigitalGlobe, uno dei principali fornitori di immagini aeree, a cui si rivolge anche Google per mostrare lo sfondo di Google Maps, ha rilasciato nella sua galleria una foto del relitto ad alta risoluzione. (Fonte: Google Earth Blog)

Un altro importante contributo per renderci conto di cosa può essere successo viene dalla ricostruzione realizzata da Paul von Dinther, che qualche anno fa aveva creato alcuni modelli 3D di navi da crociera. Tra queste c’era anche la Costa Concordia; Paul ha quindi deciso di montare un breve video per mostrare in maniera schematica la dinamica dell’incidente.

Segnalo anche che su Openstreetmap è presente il relitto nella sua posizione attuale.

Annunci
  1. 23 gennaio, 2012 alle 13:37

    Buongiorno a tutti, il naufragio del Concordia mi ha colpito più che una tragedia dovuta a causa del maltempo ma per la stupidità del comandante e degli ufficiali di bordo.
    Io ho passato tutta la mia vita in marina, oggi mi chiedo ma da dove vengono questi uomini?La legge della Marina prevede che il comandante o il suo secondo se egli é nell’impossibilità di farlo DEVE mettere in salvo il suo equipaggio, Deve in ogni caso essere l’ultimo a lasciare la nave, che sia una barca o un transatlantico.
    Ho sentito i diversi telegiornali in europa ho seguito con attenzione le diverse interviste dei naufraghi e uno in paticolare di una famiglia di Limoges che era accanto al comandante vicino alla scialuppa che, incredibile era riservata al comandante e agli ufficiali di bordo e hanno visto imbarcare il comandante, e non cadere dalla plancia, sulla scialuppa e che dirte poi delle telefonate registrate?
    Io penso che qualsiasi uomo di mare rimanga schifato da tale codardia e non capisco l’ignoranza di tanta gente che giustifica il comportamento del comandante a causa del pericolo della situazione.
    Io spero che la società Costa farà più attenzione per quanto riguarda gli ufficiali che assume!

    • 24 gennaio, 2012 alle 10:55

      Grazie del tuo commento! Non vorrei entrare nel merito dell’incidente (questo l’hanno già fatto molti, spesso senza la necessaria competenza, nonostante la questione non fosse affatto da “Bar Sport”), ma mi sembra che sia chiaro che in questo caso ci sono delle precise responsabilità. Spetterà agli inquirenti stabilire chi ha avuto quale colpa; mi auguro ovviamente che la giustizia faccia il suo corso.

      Quanto a Costa e a Schettino, hanno ricevuto quanto meno un evidente danno d’immagine, e nel loro ambiente questo potrebbe essere una punizione peggiore di qualunque risarcimento danni. Spero solo che non ci ritroviamo il capitano in qualche trasmissione pomeridiana!

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: