Home > Cultura, Musica > È morto Alan Styles

È morto Alan Styles

Alan Styles, storico roadie dei Pink Floyd, è morto ieri, 8 dicembre, in un ospedale statunitense: ne dà notizia Brain Damage.

Alan, che era originario di Cambridge, era famoso al grande pubblico per essere apparso sulla copertina di Ummagamma circondato dall’impressionante attrezzatura della band inglese, che curava durante le esibizioni dal vivo. Inoltre, fu la voce narrante nel brano Alan’s Psychedelic Breakfast, di cui avevo già parlato in un altro articolo. E proprio ricordando quanto detto allora, direi che la memoria di Alan rimarrà sempre viva, almeno finché non ci ricorderemo di togliere la puntina del giradischi da quell’ultimo, infinito solco del vinile di Atom Heart Mother.

(Sono cosciente del fatto che ho scritto due volte il suo cognome in due modi diversi. Lo si trova scritto in entrambi i modi; qui mi sono attenuto all’ultima fonte citata. Chi sa qual è la grafia giusta, me lo segnali pure nei commenti; sarebbe bello ricordarlo col suo nome vero.)

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: