Archive

Archive for dicembre 2011

Humiles ad cunas

19 dicembre, 2011 3 commenti

Arriva Natale, e con esso i canti di Natale. Una festa dal doppio volto, uno sacro e uno profano, e questa dicotomia si ripresenta anche in musica. Da una parte, la festa del commercio e del capitalismo americano Anni Cinquanta ci presenta classiche filastrocche sulla neve e i pupazzi magici, canzoni slow rock e swing che immortalano i valori della famiglia Cunningham, e tradizioni rinforzate nel periodo tra le due guerre dalla Coca-Cola. Ma dall’altro rimangono gli inni sacri del Cristianesimo, anch’essi declinati in varie forme, dalle tradizionali pive zampognare (Tu scendi dalle stelle, che il Signore ce l’abbia in gloria) alle più moderne influenze nere del blues e del gospel.

Un aspetto sul quale però si infrange persino lo spirito natalizio del più fervente cantore cattolico è quello linguistico. Leggi tutto…

È morto Alan Styles

Alan Styles, storico roadie dei Pink Floyd, è morto ieri, 8 dicembre, in un ospedale statunitense: ne dà notizia Brain Damage.

Alan, che era originario di Cambridge, era famoso al grande pubblico per essere apparso sulla copertina di Ummagamma circondato dall’impressionante attrezzatura della band inglese, che curava durante le esibizioni dal vivo. Inoltre, fu la voce narrante nel brano Alan’s Psychedelic Breakfast, di cui avevo già parlato in un altro articolo. E proprio ricordando quanto detto allora, direi che la memoria di Alan rimarrà sempre viva, almeno finché non ci ricorderemo di togliere la puntina del giradischi da quell’ultimo, infinito solco del vinile di Atom Heart Mother.

(Sono cosciente del fatto che ho scritto due volte il suo cognome in due modi diversi. Lo si trova scritto in entrambi i modi; qui mi sono attenuto all’ultima fonte citata. Chi sa qual è la grafia giusta, me lo segnali pure nei commenti; sarebbe bello ricordarlo col suo nome vero.)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: