Home > Fotografia > Creare foto panoramiche con Photoshop

Creare foto panoramiche con Photoshop

Il parcheggio rialzato by Simone Saviolo
Il parcheggio rialzato, a photo by Simone Saviolo on Flickr.

Quando, prima di comprare la mia attuale reflex (una Canon 550D), ho chiesto informazioni in negozio, mi sono piovute addosso le lodi di Sony. Oltre alle ottiche Minolta, mi si decantò l’alta qualità dell’elettronica e tutta una serie di caratteristiche già disponibili in camera, da una specie di HDR in condizioni di scarsa luminosità al montaggio integrato di foto panoramiche. Come dimostrazione, in negozio c’era una foto di Piazza Anfiteatro a Lucca (il paradiso delle foto panoramiche), che era stata scaricata dalla camera direttamente così com’era, senza bisogno di post-processing.

Io, che avevo presente una compatta HP di quasi sei anni fa, mi ricordavo che fare le foto panoramiche non era particolarmente difficile, ma si trattava di un processo un po’ scomodo: bisognava scattare le foto in sequenza (sull’HP il display mostrava i contorni dell’estremità destra della foto e li spostava sulla sinistra dello schermo come guida), scaricarle su pc (i file erano numerati diversamente dagli scatti normali) e montarle con un programma apposito. Non era la fine del mondo, però bisognava aver installato il software fornito, o un altro equivalente. Il fatto che le camere Sony facciano questo processo internamente e in maniera praticamente invisibile per l’utente è sicuramente comodo, anche se in fondo ci si affida al “modo Sony” di eseguire il montaggio e non si può intervenire più di tanto (anzi, forse proprio per niente).

Alla fine ho scelto comunque la Canon, e così ho dovuto accettare l’idea di non avere il montaggio panoramico direttamente in camera. E mi sono detto, sarà davvero così tremendo, nel 2011!, montare una panoramica a partire dagli scatti singoli? Con una veloce ricerca, la risposta è no. Le ultime versioni di Photoshop (senz’altro CS4, ma anche CS3 e forse qualcuna prima) offrono una funzione chiamata Photomerge, che, partendo da immagini contenenti gli stessi soggetti (basta che siano riconoscibili), le allinea, distorce, routa, ridimensiona etc. fino ad ottenere un’unico documento con la ricostruzione dell’immagine complessiva.

Ecco quindi come ottenere una foto panoramica a partire dagli scatti singoli: in Photoshop, dal menù File > Automatizza scegliere Photomerge. Si apre una finestra dalla quale si può scegliere la forma (e la distorsione) della foto montata; di solito “Automatico” funziona bene, ma si può sperimentare con le varie opzioni. Sempre dalla stessa finestra si specifica la lista dei file con le immagini da montare; non è necessario elencarle in alcun ordine particolare, ci pensa Photoshop ad individuare oggetti comuni ed allineare le immagini di conseguenza. Fatto questo si può premere OK e aspettare (ci vuole qualche minuto). Photoshop crea un documento di dimensioni sufficienti a contenere tutto il montaggio, con un livello per ogni immagine di input, e una maschera in ogni livello. A questo punto non rimane che ritagliare un rettangolo senza vuoti e controllare le dimensioni e le proporzioni.

Di solito l’output automatico è di ottima qualità; bisogna comunque verificare alcune cose. Potrebbe capitare, ad esempio, che le maschere dei livelli non combacino perfettamente; in questo caso si noterà una “crepa” alla giunzione tra due foto, ma basta intervenire sul bordo di una delle due maschere per risolvere il problema. Di solito, il software riesce a gestire correttamente anche gli oggetti che, essendo in movimento, compaiono in posizioni diverse da un’immagine all’altra: ad esempio, una macchina che passa viene identificata, e le maschere vengono create in modo da includerla interamente in un’immagine e nasconderla nelle altre. Potrebbe capitare però che il riconoscimento o il mascheramento non siano possibili (magari la macchina è tagliata dal bordo dell’inquadratura in entrambi i casi); in questo caso bisogna lavorare a mano, anche se con un po’ di attenzione è possibile minimizzare il rischio che questo succeda già quando si scattano le foto.

In un prossimo post parlerò di alcuni accorgimenti utili per migliorare le foto panoramiche.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: